Educare alle differenze

E’ tempo che i genitori insegnino presto ai giovani
che nella diversità c’è bellezza e c’è forza.
Maya Angelou

 

Il progetto AltreStoriePossibili nasce nel 2015 con l’obiettivo di estendere la riflessione attorno all’Educazione alle Differenze in ambito educativo sul territorio di Bergamo, arrivando alle famiglie, ai bambini e alle bambine, ma anche ai professionisti e alle professioniste che di educazione si occupano a vari livelli.

E’ un progetto nato dalla collaborazione tra Hg80 e l’associazione Immaginare Orlando.
Sono nati da questa unione alcuni appuntamenti in librerie del territorio e in altri contesti pubblici attraverso laboratori aperti a bambini, bambine e famiglie che, utilizzando la narrazione di alcuni testi per l’infanzia, ragionano attorno al tema della differenza in tutte le sue sfaccettature polisemantiche.
Educare alle Differenze significa educare alla possibilità di essere riconosciuti per come si è, a prescindere dalla provenienza geografica, dal colore della pelle, dalla religione di appartenenza, dalle scelte affettive, dalla lingua che si parla…
Questa riflessione porta con sé un grande lavoro di ricerca e continuo aggiornamento che il gruppo di lavoro di Orlando/Hg80 sta compiendo verso una contaminazione/confronto/trasformazione con e per la comunità educante.
Riuscire a confrontarsi con educatori/trici, insegnanti, dirigenti, pedagogisti, formatori, bambini e bambine, famiglie attorno al tema dell’Educazione alle Differenze diventa per noi vitale come strumento di cambiamento condiviso verso una comunità in movimento consapevole dei propri stereotipi.

Caccia Al Libro

Caccia al Libro è la storica iniziativa promossa dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Bergamo legata alla promozione della lettura nelle giovani generazioni attraverso una caccia al tesoro che si svolge lungo le vie della città.

L’iniziativa prevede l’organizzazione di dieci differenti prove dislocate in dieci tappe per le vie della città: attraverso queste tappe, i partecipanti hanno l’opportunità di scoprire o riscoprire, tramite giochi fisici o quiz di abilità, importanti romanzi classici e contemporanei della letteratura. Negli anni l’iniziativa ha conosciuto un incremento costante di partecipanti, passando dai 140 ragazzi del 2013 ai più di duecento nel 2017, segno che l’iniziativa rappresenta un appuntamento significativo e consolidato nel panorama cittadino giovanile.

HG80 si occupa della gestione organizzativa e promozionale dell’iniziativa, che da anni viene realizzata in collaborazione con i giovani del gruppo Scout Agesci di Bergamo.

 

Convegno #FuturoProssimo

Si tratta di un convegno che si è tenuto sabato 13 ottobre 2018 allo Spazio Polaresco sulle Politiche per i giovani a Bergamo curato dal Comune di Bergamo in collaborazione con il Consorzio Sol.co Città Aperta e Hg80 Impresa sociale, nell’ambito della co-progettazione sulle Politiche giovanili.

Durante il convegno è stata presentata la ricerca elaborata dall’Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo di Milano,  la più approfondita raccolta di dati sul modo giovanile in Italia e sono state presentate tre esperienze bergamasche che operando nel campo delle politiche e dei servizi per i giovani scommettendo sulla capacità del territorio di fare rete e sistema: il network tra gli undici spazi giovanili del Comune di Bergamo, il progetto Be Young’s della Diocesi di Bergamo e la rete P@sswork, protocollo di intesa finalizzato a stimolare la nascita di spazi di coworking solidale in provincia di Bergamo

Il convegno ha voluto fornire elementi di conoscenza e approfondimento a operatori, amministratori e volontari che lavorano a vario titolo con le giovani generazioni, con l’obiettivo di aprire un confronto tra giovani e soggetti che operano con i giovani stessi.

In quanto partner della coprogettazione sulle Politiche giovanili insieme al Consorzio Sol.co Città Aperta e al Comune di Bergamo, HG80 ha partecipato alle fasi di progettazione dei contenuti del convegno e si è occupata della sua organizzazione e promozione.

Edifici Pubblici

L’impatto ambientale di certi manufatti risulta problematico?

Ci pensiamo noi…potete vedere quì accanto alcuni esempi: il lato cieco, realizzato per noi da Alessandra SENSO Odoni, dell’edificio di Housing sociale della Fondazione CasAmica, il Centro Sportivo di Pedrengo, la facciata dell’Azienda Bergamasca Formazione, i muri esterni del “Circolino della Malpensata”, La Scuola Primaria Lotto di Ponteranica, la scuola pubblica di Plentia nei Paesi Baschi, l’Ufficio Postale di Corsico (Mi) all’interno del progetto P.A.I.N.T. di Poste Italiane spa e la Biblioteca Civica di Boltiere

Girl power

Sulle pareti di una vecchia stazione ferroviaria abbandonata ha preso forma GIRL POWER. Alessandra SENSO Odoni, Le BAIDOS e Paolo il BARO Baraldi hanno dipinto i 4 lati del manufatto e lanciato un forte, inequivocabile messaggio. Il progetto di arte pubblica del Bando Street Art curato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo ha fatto da cornice a questo e ad altri interventi di Street Art diffusi sul territorio cittadino.

Educazione civica

Interventi di pittura murale, laboratori e progetti artistici partecipati (dalla progettazione alla realizzazione) tesi al miglioramento visivo di edifici o spazi in contesti territoriali e comunità che vogliano tradurre l’educazione civica e la cura dello spazio pubblico con nuovi linguaggi.

Si sono rinnovati per esempio, attraverso la forma e il colore, gli spazi esterni della Fondazione per l’autismo GIOVANNI XXIII di Valbrembo (Bg), un bel luogo, nel contenuto ed ora anche nella forma, così come la Sala Consiliare del COMUNE di Valbrembo con un murale su Costituzione e Resistenza, proseguendo poi nel cortile del MUSEO DIOCESANO ADRIANO BERNAREGGI con l’installazione “Stencil Iconostasis”, gli spazi interni del Circolino della Malpensata, gli spazi pubblici e una scuola elementare nel Comune di PONTERANICA e un divertente workshop: UN LETTERING MOSTRUOSO, il corso promosso dal Comune di Cagliari e sostenuto dal Dipartimento della Gioventù – Presidenza del Consiglio dei Ministri in collaborazione con l’Anci, è stato organizzato dall’Associazione Culturale Noarte Paese Museo che per l’occasione ha invitato il nostro artista-docente Paolo Baraldi.

Oratori

Restyling dell’intera facciata dell’Oratorio di Brembate Sopra (Bg), un lavoro ancora una volta partecipato e condotto dal nostro Paolo Baraldi, per una metratura notevole: 60 x 8 metri…un vortice di colore che non lascia indifferenti!

Interventi analoghi hanno avuto luogo presso gli Oratori di Mapello, Arcene, e Verdello.

Pianura Urbana Treviglio

Il nostro Paolo Baraldi, oltre che firmare l’intervento nella foto, ha ricevuto l’incarico di Direttore Artistico del Festival diffuso di Muralsmo e Street Art PIANURA URBANA, a Treviglio, in provincia di Bergamo. Oltre a Il Baro sono intervenuti l’artista sardo Federico Carta noto come CRISA e la bergamasca, berlinese d’adozione, Alessandra SENSO Odoni. Seguiranno nei prossimi mesi altri interventi su muri pubblici e privati a cura di artisti internazionali.

Comunicazione Convegno #Futuroprossimo

Sentieri Creativi

Sentieri Creativi è un progetto che coniuga arte e montagna.

Nel corso delle edizioni 2016 e 2017 il progetto è stato ripensato così da offrire ai giovani artisti partecipanti una formazione nel campo dell’arte nel paesaggio e dare loro la possibilità di lasciare un segno nelle Orobie bergamasche.

A seguito di un bando pubblico, sette giovani artisti under 30 residenti nella provincia di Bergamo, trascorrono una settimana in residenza presso l’Ostello al Curò situato a 1895 slm. I giorni in quota sono pensati come un laboratorio d’esperienza, durante i quali si svolgono lezioni frontali, camminate e attraversamenti del paesaggio e un lavoro formale su un modello, per un’opera permanente da realizzare nei pressi del Curò, da proporre per la selezione. Durante la residenza vengono invitati degli esperti di flora orobica e di arte del paesaggio.

Uno solo il progetto vincitore. L’artista vincitore ha disposizione 2000€ di premio per realizzare la sua opera.

Opere vincitrici:

2016 NIDO DI PIETRA di Marta Petteni

2017 SCRATCH IN THE STONE di Alberto Rocchetti

2018 LITURGIA PRIMA di Tea Andreoletti

HG80 coordina, in raccordo con il Servizio Giovani, tutte le fasi del progetto, curando la raccolta delle proposte, la relazione con i partner (Comune di Valbondione, Accademia di Belle Arti G. Carrara e il CAI – Bergamo) e con gli artisti selezionati, la comunicazione e la promozione e la realizzazione della residenza artistica e della logistica per la creazione dell’opera.