EDUCARE CON L’HIP HOP

Giochi di resistenza ed esperienza esplorando il linguaggio rap

 

HG80 vuole proporre un’occasione in cui approfondire il fenomeno hip-hop, ricostruendone la storia passata e recente e le modalità attraverso cui utilizzare i suoi strumenti espressivi in chiave educativa in un lavoro con le nuove generazioni.

 

La cultura hip-hop, considerata nelle sue differenti diramazioni espressive (rap, writing, djing e breakdance), si è ormai diffusa in maniera composita tra la popolazione giovanile del paese, travalicando i perimetri identitari che la contraddistinguevano negli anni ’90 per abbracciare un pubblico sempre più ampio ed eterogeneo.

Questa diffusione capillare apre nuovi interrogativi, genera nuove preoccupazioni e paure ma, al contempo, spalanca nuovi spazi di opportunità, creativi ed espressivi in primis, ma anche educativi e pedagogici.

Come forma espressiva, il rap è infatti un potente linguaggio in grado di dialogare con il proprio tempo, di narrare il presente raccontando tensioni, conflitti e sentimenti  di singoli individui e di intere generazioni in differenti periodi  storici.

 

Il workshop si svolgerà sabato 1 giugno dalle 14.00 alle 18.00 presso lo Spazio Polaresco.

A seguire ci sarà la presentazione pubblica del Bilancio Sociale di HG80 con buffet offerto.

 

——————————–

PROGRAMMA:

 

Ore 14.00 -> Presentazione Workshop

 

Ore 14.15 -> ‘’Genealogia hip hop: dal Bronx Newyorkese, all’approdo nella controcultura Italiana degli anni ’90 all’emersione della nuova scena Trap’’

Conducono: Davide Fant, Paolo Baraldi, Giovanni Ravasio

 

Ore 15.00 -> ‘’Pedagogia hip hop. Gioco, esperienza, resistenza’’

Presenta: Davide Fant

 

Ore 16.00 -> Laboratori esperienziali:

1) Scrittura Creativa con Giovanni Ravasio e Stefano Cesena

2) Poesia dai testi Trap con Davide Fant

 

pausa

 

Ore 17.30 -> Conclusione ‘’performativa’’

 

 

——————————–

DESCRIZIONE LABORATORI:

 

  1. Laboratorio esperienziale di ‘’Scrittura Creativa’’:

Giovanni Ravasio e Stafano Cesena condurranno il gruppo attraverso un processo realistico di ideazione e produzione di un testo rap ripercorrendone le principali fasi. Il laboratorio permetterà di immedesimarsi nei processi riflessivi e creativi caratteristici della scrittura rap.

 

2. Laboratorio esperienziale di  ‘’Poesia dai testi Trap’’:

Partendo da alcuni tra i testi Trap attuali più conosciuti, Davide Fant analizzerà il rapporto tra testo musicale e testo poetico mettendone in luce similitudini e potenzialità educative.

 

 


 

 

PER ISCRIVERSI:

Compilare il seguente form entro giovedì 30 maggio

Iscrizione gratuita

Info: info@hg80.eu

Educare alle differenze

E’ tempo che i genitori insegnino presto ai giovani
che nella diversità c’è bellezza e c’è forza.
Maya Angelou

 

Il progetto AltreStoriePossibili nasce nel 2015 con l’obiettivo di estendere la riflessione attorno
all’Educazione alle Differenze in ambito educativo sul territorio di Bergamo, arrivando alle
famiglie, ai bambini e alle bambine, ma anche ai professionisti e alle professioniste che di
educazione si occupano a vari livelli.

E’ un progetto nato dalla collaborazione tra Hg80 e l’associazione Immaginare Orlando.
Sono nati da questa unione alcuni appuntamenti in librerie del territorio e in altri contesti pubblici
attraverso laboratori aperti a bambini, bambine e famiglie che, utilizzando la narrazione di
alcuni testi per l’infanzia, ragionano attorno al tema della differenza in tutte le sue
sfaccettature polisemantiche.
Educare alle Differenze significa educare alla possibilità di essere riconosciuti per come si è, a
prescindere dalla provenienza geografica, dal colore della pelle, dalla religione di appartenenza,
dalle scelte affettive, dalla lingua che si parla…
Questa riflessione porta con sé un grande lavoro di ricerca e continuo aggiornamento che il
gruppo di lavoro di Orlando/Hg80 sta compiendo verso una contaminazione/confronto/trasformazione con e
per la comunità educante.
Riuscire a confrontarsi con educatori/trici, insegnanti, dirigenti, pedagogisti, formatori, bambini
e bambine, famiglie attorno al tema dell’Educazione alle Differenze diventa per noi vitale come
strumento di cambiamento condiviso verso una comunità in movimento consapevole dei propri
stereotipi.

Caccia Al Libro

Caccia al Libro è la storica iniziativa promossa dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Bergamo legata alla promozione della lettura nelle giovani generazioni attraverso una caccia al tesoro che si svolge lungo le vie della città.

L’iniziativa prevede l’organizzazione di dieci differenti prove dislocate in dieci tappe per le vie della città: attraverso queste tappe, i partecipanti hanno l’opportunità di scoprire o riscoprire, tramite giochi fisici o quiz di abilità, importanti romanzi classici e contemporanei della letteratura. Negli anni l’iniziativa ha conosciuto un incremento costante di partecipanti, passando dai 140 ragazzi del 2013 ai più di duecento nel 2017, segno che l’iniziativa rappresenta un appuntamento significativo e consolidato nel panorama cittadino giovanile.

HG80 si occupa della gestione organizzativa e promozionale dell’iniziativa, che da anni viene realizzata in collaborazione con i giovani del gruppo Scout Agesci di Bergamo.

 

Convegno #FuturoProssimo

Si tratta di un convegno che si è tenuto sabato 13 ottobre 2018 allo Spazio Polaresco sulle Politiche per i giovani a Bergamo curato dal Comune di Bergamo in collaborazione con il Consorzio Sol.co Città Aperta e Hg80 Impresa sociale, nell’ambito della co-progettazione sulle Politiche giovanili.

Durante il convegno è stata presentata la ricerca elaborata dall’Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo di Milano,  la più approfondita raccolta di dati sul modo giovanile in Italia e sono state presentate tre esperienze bergamasche che operando nel campo delle politiche e dei servizi per i giovani scommettendo sulla capacità del territorio di fare rete e sistema: il network tra gli undici spazi giovanili del Comune di Bergamo, il progetto Be Young’s della Diocesi di Bergamo e la rete P@sswork, protocollo di intesa finalizzato a stimolare la nascita di spazi di coworking solidale in provincia di Bergamo

Il convegno ha voluto fornire elementi di conoscenza e approfondimento a operatori, amministratori e volontari che lavorano a vario titolo con le giovani generazioni, con l’obiettivo di aprire un confronto tra giovani e soggetti che operano con i giovani stessi.

In quanto partner della coprogettazione sulle Politiche giovanili insieme al Consorzio Sol.co Città Aperta e al Comune di Bergamo, HG80 ha partecipato alle fasi di progettazione dei contenuti del convegno e si è occupata della sua organizzazione e promozione.

Ca Berizzi. Rassegne Culturali

Ca Berizzi è un’antica dimora nobiliare del XVIII sita a Corna Imagna che dal 2015 ospita la biblioteca del Centro Studi Valle Imagna, associazione che si occupa di cultura, economia e amministrazione della montagna e che ha promosso il recupero dello stabile, e dal 2016 un’osteria con camere e spazi polifunzionali  avviata da HG80.

Durante i 2 anni di avvio della struttura (2016-2017) HG80 si è occupata dell’organizzazione , della promozione e della realizzazione di rassegne ed iniziative culturali  per valorizzare la biblioteca e il suo patrimonio librario, in collaborazione con il centro studi Valle Imagna, e gastronomiche, per valorizzare la tradizione locale e i produttori della Valle Imagna.

Alcuni esempi sono: A cena con il libro, ciclo di cene intervallate da letture tratte da libri editi dal Centro Studi Valle Imagna, Cena con l’ospite, Artigiani del cibo e della birra, ciclo di serate per promuovere i prodotti locali, con la presenza dei produttori della valle.

GIRL POWER

Sulle pareti di una vecchia stazione ferroviaria abbandonata ha preso forma GIRL POWER. Alessandra SENSO Odoni, Le BAIDOS e Paolo il BARO Baraldi hanno dipinto i 4 lati del manufatto e lanciato un forte, inequivocabile messaggio. Il progetto di arte pubblica del Bando Street Art curato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo ha fatto da cornice a questo e ad altri interventi di Street Art diffusi sul territorio cittadino.

ORATORI

Restyling dell’intera facciata dell’Oratorio di Brembate Sopra (Bg), un lavoro ancora una volta partecipato e condotto dal nostro Paolo Baraldi, per una metratura notevole: 60 x 8 metri…un vortice di colore che non lascia indifferenti!

Interventi analoghi hanno avuto luogo presso gli Oratori di Mapello, Arcene, e Verdello.

PIANURA URBANA Treviglio

Il nostro Paolo Baraldi, oltre che firmare l’intervento nella foto, ha ricevuto l’incarico di Direttore Artistico del Festival diffuso di Muralsmo e Street Art PIANURA URBANA, a Treviglio, in provincia di Bergamo. Oltre a Il Baro sono intervenuti l’artista sardo Federico Carta noto come CRISA e la bergamasca, berlinese d’adozione, Alessandra SENSO Odoni. Seguiranno nei prossimi mesi altri interventi su muri pubblici e privati a cura di artisti internazionali.

Bergamo Estate_Piano di comunicazione

Bergamo Estate è un cartellone di eventi a carattere musicale, culturale e di spettacolo che anima la città di Bergamo da giugno a settembre, che comprende quasi 600 eventi rivolti a differenti target di età e coinvolge circa 70 soggetti tra associazioni, enti, società.

Oltre all’organizzazione del cartellone, HG80 si è occupata, dal 2011 al 2017, dello sviluppo, dell’elaborazione e del coordinamento del piano di comunicazione e di promozione del cartellone, gestendo la relazione con l’agenzia di comunicazione incaricata per lo sviluppo del progetto grafico, il controllo dei tempi delle consegne dei fornitori e definendo e coordinando il piano di distribuzione del materiali cartaceo.

Oltre alla conduzione del piano di comunicazione, HG80 si è 0ccupata del copywriting per le brochure cartacee, della correzione delle bozze, della stesura di comunicati stampa e del web content management.

 

La città invisibile

La città invisibile, è un’azione del progetto OLTREVISIONI. Nuove cittadinanze culturali  condotta direttamente dal Servizio Giovani del Comune di Bergamo che prevede un’esperienza di volontariato culturale per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado , mirata alla scoperta dei luoghi della cultura della città e alla loro promozione tra pari.

L’obiettivo dell’azione La città invisibile è di sviluppare una mappa che indichi luoghi, strutture e spazi che vengono vissuti e attraversati quotidianamente dai giovani e la cui importanza artistica, storica e culturale spesso non è conosciuta. Ai ragazzi che hanno partecipato al progetto è stata offerta una formazione che ha permesso loro di realizzare una mappa interattiva e alcuni elaborati artistici per segnalare i luoghi della cultura prescelti, e di organizzare e condurre delle visite guidate a questi luoghi. Durante i due anni nei quali si è sviluppato il progetto i giovani partecipanti  hanno elaborato specifici itinerari tematici, da percorrere a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici. Seguendo questi itinerari i ragazzi stessi hanno svolto poi la funzione di accompagnatori per gruppi o per singoli.

 

HG80, in raccordo con il Servizio Giovani ha ideato e sviluppato tutte le fasi del progetto: i contatti con le scuole per la promozione, la selezione dei ragazzi e dei formatori, la progettazione e il coordinamento del percorso di formazione e di realizzazione dei percorsi guidati e delle mappe, la creazione del sito web e della mappa in collaborazione con WNDR e infine l’organizzazione delle visite guidate.