Caccia Al Libro

Caccia al Libro è la storica iniziativa promossa dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Bergamo legata alla promozione della lettura nelle giovani generazioni attraverso una caccia al tesoro che si svolge lungo le vie della città.

L’iniziativa prevede l’organizzazione di dieci differenti prove dislocate in dieci tappe per le vie della città: attraverso queste tappe, i partecipanti hanno l’opportunità di scoprire o riscoprire, tramite giochi fisici o quiz di abilità, importanti romanzi classici e contemporanei della letteratura. Negli anni l’iniziativa ha conosciuto un incremento costante di partecipanti, passando dai 140 ragazzi del 2013 ai più di duecento nel 2017, segno che l’iniziativa rappresenta un appuntamento significativo e consolidato nel panorama cittadino giovanile.

HG80 si occupa della gestione organizzativa e promozionale dell’iniziativa, che da anni viene realizzata in collaborazione con i giovani del gruppo Scout Agesci di Bergamo.

 

Convegno #FuturoProssimo

Si tratta di un convegno che si è tenuto sabato 13 ottobre 2018 allo Spazio Polaresco sulle Politiche per i giovani a Bergamo curato dal Comune di Bergamo in collaborazione con il Consorzio Sol.co Città Aperta e Hg80 Impresa sociale, nell’ambito della co-progettazione sulle Politiche giovanili.

Durante il convegno è stata presentata la ricerca elaborata dall’Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo di Milano,  la più approfondita raccolta di dati sul modo giovanile in Italia e sono state presentate tre esperienze bergamasche che operando nel campo delle politiche e dei servizi per i giovani scommettendo sulla capacità del territorio di fare rete e sistema: il network tra gli undici spazi giovanili del Comune di Bergamo, il progetto Be Young’s della Diocesi di Bergamo e la rete P@sswork, protocollo di intesa finalizzato a stimolare la nascita di spazi di coworking solidale in provincia di Bergamo

Il convegno ha voluto fornire elementi di conoscenza e approfondimento a operatori, amministratori e volontari che lavorano a vario titolo con le giovani generazioni, con l’obiettivo di aprire un confronto tra giovani e soggetti che operano con i giovani stessi.

In quanto partner della coprogettazione sulle Politiche giovanili insieme al Consorzio Sol.co Città Aperta e al Comune di Bergamo, HG80 ha partecipato alle fasi di progettazione dei contenuti del convegno e si è occupata della sua organizzazione e promozione.

Ca Berizzi. Rassegne Culturali

Ca Berizzi è un’antica dimora nobiliare del XVIII sita a Corna Imagna che dal 2015 ospita la biblioteca del Centro Studi Valle Imagna, associazione che si occupa di cultura, economia e amministrazione della montagna e che ha promosso il recupero dello stabile, e dal 2016 un’osteria con camere e spazi polifunzionali  avviata da HG80.

Durante i 2 anni di avvio della struttura (2016-2017) HG80 si è occupata dell’organizzazione , della promozione e della realizzazione di rassegne ed iniziative culturali  per valorizzare la biblioteca e il suo patrimonio librario, in collaborazione con il centro studi Valle Imagna, e gastronomiche, per valorizzare la tradizione locale e i produttori della Valle Imagna.

Alcuni esempi sono: A cena con il libro, ciclo di cene intervallate da letture tratte da libri editi dal Centro Studi Valle Imagna, Cena con l’ospite, Artigiani del cibo e della birra, ciclo di serate per promuovere i prodotti locali, con la presenza dei produttori della valle.

GIRL POWER

Sulle pareti di una vecchia stazione ferroviaria abbandonata ha preso forma GIRL POWER. Alessandra SENSO Odoni, Le BAIDOS e Paolo il BARO Baraldi hanno dipinto i 4 lati del manufatto e lanciato un forte, inequivocabile messaggio. Il progetto di arte pubblica del Bando Street Art curato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo ha fatto da cornice a questo e ad altri interventi di Street Art diffusi sul territorio cittadino.

ORATORI

Restyling dell’intera facciata dell’Oratorio di Brembate Sopra (Bg), un lavoro ancora una volta partecipato e condotto dal nostro Paolo Baraldi, per una metratura notevole: 60 x 8 metri…un vortice di colore che non lascia indifferenti!

Interventi analoghi hanno avuto luogo presso gli Oratori di Mapello, Arcene, e Verdello.

PIANURA URBANA Treviglio

Il nostro Paolo Baraldi, oltre che firmare l’intervento nella foto, ha ricevuto l’incarico di Direttore Artistico del Festival diffuso di Muralsmo e Street Art PIANURA URBANA, a Treviglio, in provincia di Bergamo. Oltre a Il Baro sono intervenuti l’artista sardo Federico Carta noto come CRISA e la bergamasca, berlinese d’adozione, Alessandra SENSO Odoni. Seguiranno nei prossimi mesi altri interventi su muri pubblici e privati a cura di artisti internazionali.

Bergamo Estate_Piano di comunicazione

Bergamo Estate è un cartellone di eventi a carattere musicale, culturale e di spettacolo che anima la città di Bergamo da giugno a settembre, che comprende quasi 600 eventi rivolti a differenti target di età e coinvolge circa 70 soggetti tra associazioni, enti, società.

Oltre all’organizzazione del cartellone, HG80 si è occupata, dal 2011 al 2017, dello sviluppo, dell’elaborazione e del coordinamento del piano di comunicazione e di promozione del cartellone, gestendo la relazione con l’agenzia di comunicazione incaricata per lo sviluppo del progetto grafico, il controllo dei tempi delle consegne dei fornitori e definendo e coordinando il piano di distribuzione del materiali cartaceo.

Oltre alla conduzione del piano di comunicazione, HG80 si è 0ccupata del copywriting per le brochure cartacee, della correzione delle bozze, della stesura di comunicati stampa e del web content management.

 

La città invisibile

La città invisibile, è un’azione del progetto OLTREVISIONI. Nuove cittadinanze culturali  condotta direttamente dal Servizio Giovani del Comune di Bergamo che prevede un’esperienza di volontariato culturale per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado , mirata alla scoperta dei luoghi della cultura della città e alla loro promozione tra pari.

L’obiettivo dell’azione La città invisibile è di sviluppare una mappa che indichi luoghi, strutture e spazi che vengono vissuti e attraversati quotidianamente dai giovani e la cui importanza artistica, storica e culturale spesso non è conosciuta. Ai ragazzi che hanno partecipato al progetto è stata offerta una formazione che ha permesso loro di realizzare una mappa interattiva e alcuni elaborati artistici per segnalare i luoghi della cultura prescelti, e di organizzare e condurre delle visite guidate a questi luoghi. Durante i due anni nei quali si è sviluppato il progetto i giovani partecipanti  hanno elaborato specifici itinerari tematici, da percorrere a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici. Seguendo questi itinerari i ragazzi stessi hanno svolto poi la funzione di accompagnatori per gruppi o per singoli.

 

HG80, in raccordo con il Servizio Giovani ha ideato e sviluppato tutte le fasi del progetto: i contatti con le scuole per la promozione, la selezione dei ragazzi e dei formatori, la progettazione e il coordinamento del percorso di formazione e di realizzazione dei percorsi guidati e delle mappe, la creazione del sito web e della mappa in collaborazione con WNDR e infine l’organizzazione delle visite guidate.

Sentieri Creativi

Sentieri Creativi è un progetto che coniuga arte e montagna.

Nel corso delle edizioni 2016 e 2017 il progetto è stato ripensato così da offrire ai giovani artisti partecipanti una formazione nel campo dell’arte nel paesaggio e dare loro la possibilità di lasciare un segno nelle Orobie bergamasche.

A seguito di un bando pubblico, sette giovani artisti under 30 residenti nella provincia di Bergamo, trascorrono una settimana in residenza presso l’Ostello al Curò situato a 1895 slm. I giorni in quota sono pensati come un laboratorio d’esperienza, durante i quali si svolgono lezioni frontali, camminate e attraversamenti del paesaggio e un lavoro formale su un modello, per un’opera permanente da realizzare nei pressi del Curò, da proporre per la selezione. Durante la residenza vengono invitati degli esperti di flora orobica e di arte del paesaggio.

Uno solo il progetto vincitore. L’artista vincitore ha disposizione 2000€ di premio per realizzare la sua opera.

Opere vincitrici:

2016 NIDO DI PIETRA di Marta Petteni

2017 SCRATCH IN THE STONE di Alberto Rocchetti

2018 LITURGIA PRIMA di Tea Andreoletti

HG80 coordina, in raccordo con il Servizio Giovani, tutte le fasi del progetto, curando la raccolta delle proposte, la relazione con i partner (Comune di Valbondione, Accademia di Belle Arti G. Carrara e il CAI – Bergamo) e con gli artisti selezionati, la comunicazione e la promozione e la realizzazione della residenza artistica e della logistica per la creazione dell’opera.

 

Politiche Giovanili Levate

Dal 2015, HG80 si occupa della progettazione di interventi socio-animativi inerenti alle Politiche Giovanili per conto del Comune di Levate. Gli interventi realizzati sono stati di varia natura e si sono sviluppati attraverso pratiche, linguaggi e con finalità differenti.

Per due anni consecutivi (2016-2017), HG80 ha coordinato il gruppo giovanile di Levate nella realizzazione del carro di carnevale che ha sfilato durante la festa di mezza quaresima di Levate e di Bergamo.

Durante il periodo estivo, sono stati affiancati i gruppi giovanili della città nella progettazione e realizzazione di numerose attività ricreative, sportive, artistiche e musicali: la musica, principalmente la musica rap, ha rappresentato un elemento significativo nel veicolare nuovi linguaggi ed espressività giovanili. Per questo motivo, sono stati organizzati due cicli di incontri e alcune jam session, momenti che sono diventati occasione di incontro e scambio tra crew prevenienti da Levate e dai paesi limitrofi. Il ciclo di incontri è culminato in due manifestazioni pubbliche, il Levate Stike Fest (2016) e il Festival Park (2017), momenti aperti all’intera cittadinanza e opportunità di esibizione pubblica per i giovani del paese.

Sono stati realizzati contemporaneamente una serie di interventi di arte urbana che hanno portato alla riqualificazione di alcune aree del comune di Levate, quali il sottopassaggio della stazione e i muri del bar all’interno del parco comunale.

Tutti questi progetti sono stati condotti attraverso un processo collettivo che ha incentivato la partecipazione, il protagonismo e l’attivismo dei giovani al fine di valorizzare e far emergere le sensibilità, gli interessi e le forme espressive e comunicative delle nuove generazioni.

Sono stati inoltre organizzati una serie di laboratori destinati alla fascia dell’infanzia e della pre-adolescenza. Nel laboratorio di ‘’Drum Circle’’, 15 pre-adolescenti sono stati coinvolti prima nella costruzione e realizzazione di strumenti a percussione ri-utilizzando oggetti di scarto, e poi nella realizzazione di una ‘’orchestra’’ collettiva composta dagli strumenti precedentemente costruiti. Durante il laboratorio artistico natalizio sono stati invece coinvolti 20 bambini nella costruzione di un’opera di ‘’arte partecipata’’, l’albero di natale che è poi stato esposto davanti al comune durante il periodo natalizio.