Progetto Job In 3.0

Job In 3.0 – Bando spazi

Il progetto Job In 3.0 è un bando del Comune di Bergamo per l’affidamento di immobili comunali destinati a progetti di imprenditività giovanile.

I due immobili di recente costruzione, in comodato d’uso gratuito continuativo ed esclusivo per 3 anni, sono siti in via San Giovanni 1H (zona Parco Suardi) e in via Tagliamento 7 (quartiere Grumello). I soggetti comodatari potranno inoltre beneficiare di un contributo economico.

I destinatari sono imprese, professionisti e associazioni con partita iva con età compresa tra i 18 e i 35 anni. Devono essere già costituiti in forma giuridica e con sede legale e/o operativa nei comuni dei tre ambiti territoriali di riferimento del progetto.

Il progetto Job In 3.0 è finanziato da Regione Lombardia e – con capofila il Comune di Bergamo – è promosso dai tre Ambiti di Bergamo, Dalmine e Valle Imagna-Villa d’Almè. In aggiunta, un’articolata rete di partner che comprende Provincia, Comuni, Università, Associazioni di categoria, Enti di formazione, Terzo settore, Associazioni e Imprese giovanili.

 

HG80 impresa sociale, partner del progetto, ne ha condiviso l’impostazione generale e ha coordinato la comunicazione e la formazione per le neo-imprese. Si è sempre avvalsa di giovani professionisti.

Arte per l'Impresa: Bonaldi Audi Q2 Hg80

Arte per l’Impresa: SORINT e Bonaldi Auto SPA

SORINT, azienda leader nell’informatica, coinvolge HG80 per l’evento che celebra i 30 anni di attività. Negli spazi del Museo di Arte Contemporanea ALT di Alzano Lombardo prende vita una performance collettiva con oltre 300 dipendenti coinvolti.

Nel novembre 2016 , in occasione dell’evento di Bonaldi Auto SPA per la presentazione al pubblico del nuovo modello di AUDI Q2, HG80 ha curato la performance live di street-art. In collaborazione con l’associazione Parkour Wave, inoltre, ha curato l’esibizione di parkour.

 

workshop partecipato bando assegnazione Spazio Polaresco

Workshop Polaresco 2.0 – Progettazione partecipata

Polaresco 2.0 è un workshop partecipato per la riprogettazione dello Spazio Polaresco, quartier generale delle Politiche giovanili del Comune di Bergamo.

 

Il workshop sì è svolto il 19 marzo 2016 e si è articolato in diverse fasi con lavori di gruppo e attività plenarie. Ha avuto lo scopo di fornire indicazioni e orientamenti all’Amministrazione comunale per la stesura del bando di assegnazione dello Spazio Polaresco.

Al workshop hanno partecipato oltre 50 giovani under-30, tra singoli e rappresentanti di associazioni o gruppi informali.

 

HG80 ha dunque sviluppato il workshop Polaresco 2.0 occupandosi dell’ideazione delle strategie di conduzione, dell’organizzazione e della promozione e infine della conduzione del workshop stesso.

jon in bando idee

Job-in. Bando Idee

Job-in Bando Idee premia le migliori idee progettuali, in termini di attività economica, presentate da giovani tra i 18 e i 35 anni compresi e residenti all’interno dei tre Ambiti di Bergamo, Dalmine e Valle Imagna.

In palio contributi economici a fondo perduto, oltre a voucher da spendere in servizi di consulenza all’interno di un elenco di professionisti giovani selezionati dal Bando Competenze. È previsto inoltre un percorso di formazione.

Il progetto Job In 3.0 ha ottenuto il finanziamento da Regione Lombardia. Il Comune di Bergamo ne è capofila, seguito dai tre Ambiti di Bergamo, Dalmine e Valle Imagna-Villa d’Almè. Supporta inoltre Job-in Bando Idee un’articolata rete di partner. Questa comprende Provincia, Comuni, Università, Associazioni di categoria, Enti di formazione, Terzo settore, Associazioni e Imprese giovanili.

HG80 impresa sociale, partner del progetto, ne ha condiviso l’impostazione generale e ha coordinato la comunicazione e la formazione per le neo-imprese. Si è sempre avvalsa di giovani professionisti.

Vai alla pagina dedicata per tutte le informazioni.

hackshow workshop

Hackshow workshop! Tecnologia digitale per lo spettacolo dal vivo

Hackshow workshop è un laboratorio di tecnologia digitale per lo spettacolo dal vivo. È rivolto ad artisti digitali, tecnici audio/video, registi, informatici interessati alla performing art, a perfomers interessati alle nuove tecnologie, a studenti delle accademie ed università ad indirizzo spettacolo o tecnologico.

Michele Cremaschi ha realizzato Hackshow workshop nell’ambito del progetto “Augmented Stage”. La realizzazione è stata possibile grazie al contributo di Innovacultura -Regione Lombardia, Camere di Commercio lombarde e Fondazione Cariplo.